Vi trovate qui: Home MU GEN DO SPORT KARATE

Chi è online

 23 visitatori online
Immagine
Kick Punch Fit Magazine® N°2
Giovedì 10 Ottobre 2013
... Leggi tutto...
Immagine
Kick Punch Fit Magazine®
Venerdì 27 Settembre 2013
... Leggi tutto...
Immagine
GrMaster Francis FDC 8° Dan
Domenica 24 Febbraio 2013
GRAND... Leggi tutto...
Immagine
The big building
Giovedì 13 Dicembre 2012
The Big... Leggi tutto...

Articoli Scroll

 
News
 
MU GEN DO SPORT KARATE

MU GEN DO SPORT KARATE

Il Mu Gen Do è sorto in Italia agli inizi degli anni 80 grazie al "Poeta Ribelle", oggi Gran Maestro cintura nera 9° Dan Mu Gen Do, già cintura nera 7° Dan Wado Ryu e cintura nera 1°Dan di Kendo. Da una rapida, quanto intensa, collaborazione con il Gran Maestro Meiji Suzuki, il "Poeta Ribelle" divenne di fatto co-fondatore e iniziò a divulgare le basi dello stile in Italia.

 


Il Maestro Meiji Suzuki, ideatore del Mu Gen Do Karate in una rara foto dei primi anni Ottanta, con alcune altre Personalità che hanno reso famoso in Europa e nel mondo il Full Contact Karate

Il Mu Gen Do lo si può definire una nuova Arte Marziale che in sintesi include colpi base provenienti da stili di Karate e tecnicamente include elementi di Kempo cinese, Karate giapponese, Karate coreano e dell'American Karate full contact free style.

Lo scopo della sua nascita è stato un’esigenza di evoluzione tecnica, tattica e pratica, pur rimanendo tradizionalmente ancorato alle origini. Anche se agli inizi fu criticato e valutato come poco rappresentativo delle Arti Marziali, oggi il Mu Gen Do Sport Karate trova giustamente la sua validità di stile tradizionale e moderno di Arte Marziale.

In giapponese MU indica la convivenza tra il niente e il tutto, il che ha un significato fortemente spirituale, GEN senza DO la via, cioè il sentiero di ogni discepolo per l'apprendimento delle tecniche e della spiritualità racchiusa in tutte le Arti Marziali.

In breve la via non limitata o la via senza limite priva dei pregiudizi, per la propria ricerca introspettiva, per la conoscenza, il rispetto, che mira ad una migliore condizione psicofisica. Il nome propriatamente scelto esula dai pregiudizi di cultura e di stile o da quelli storico politici. Il suo ideatore Meiji Suzuki, di origini giapponesi con sangue coreano, che per anni si è dedicato all'insegnamento in occidente, non poteva che essere il funambolico artefice di questo stile e di nome.

Il Mu Gen Do Sport Karate si basa su un tipo di Karate occidentalizzato che rispecchia però le sue origini e matrici tradizionali, che si riscontrano nelle forme "kata" e tecniche base. La pratica per le tecniche tradizionali si basa sugli insegnamenti del Karate classico e si ripete "senza pregiudizi" come forme e movimenti base "kata / kihon" e combattimento tradizionale.

L'Aspetto del Mu Gen Do Sport Karate

L'aspetto del Mu Gen Do sportivo - moderno, invece, si compone di forme libere e creative a mani nude o con armi. Il combattimento sportivo (Sport Karate Point) si pratica con protezioni tipo Kick Boxing (vedi anche storia delle protezioni della Kick-Boxing), con diversi regolamenti sportivi di stampo occidentale (americano).

  • Karate classico tradizionale e Kobudo
  • Sport Karate Musical Form a mani nude e con armi
  • Sport Karate Semi Contact - Light Contact
  • Sport Karate Free Combat - Kick Boxing Light
  • Difesa personale
  • Aerobic Fitness Mu Gen Do

La pratica del Mu Gen Do Sport Karate può sembrare più complessa rispetto a un'altra Arte Marziale, ma in realtà non lo è.

Oggi il Mu Gen Do Sport Karate è tutelato dalla Federazione W.O.M.A. (World Organization Mu Gen Do e Mu Ye Do Korean Sport Martial Arts Association), unica organizzazione che ha un originale programma in grado di permetterne la diffusione, realizzato con dispense e video documentativi.

Esiste un metodo di insegnamento posto dall'organizzazione W.O.M.A. che permette di imparare i vari metodi di pratica fino a cintura nera.

I movimenti base tradizionali e moderni vengono spiegati ed illustrati separatamente. Tutti i movimenti, le tecniche e le applicazioni sono stati studiati e strutturati per poter essere assimilati più rapidamente. Veloce è il passaggio dalle tecniche tradizionali, specifiche per i kata (forme) o per il combattimento tradizionale, a quelle moderne più indicate per la pratica del combattimento, il tutto seguendo i programmi specifici a pari passo al grado di cintura.

Il programma della W.O.M.A. fino alla cintura nera 1° Dan prevede una metodologia d'allenamento basata sullo sviluppo muscolare e sullo stretching, sull'avviamento alle tecniche basi di Mu Gen Do Sport Karate e sull'insegnamento delle stesse fino a cintura nera.

In ultima analisi, sono tre i tipi di combattimento del Mu Gen Do Sport Karate: due mirati allo studio e alla pratica del combattimento sportivo e uno tradizionale nel quale l'atleta può gareggiare sia nel kumite che nel Karate Point Semi Contact.

Il secondo tipo di combattimento è continuato, con protezioni simili a quelle usate nella Kick Boxing; ovviamente ci si scambiano colpi a medio contatto, cioè il Light Contact Mu Gen Do.

Il terzo riguarda la difesa personale a mani nude dove tutto è valido, sempre sotto il controllo dell'insegnante o dell'arbitro. Le tecniche utilizzate nel Mu Gen Do Free Combat si riscontrano negli stili cino-coreani, uniti a quelli giapponesi. Nella difesa personale oltre a questi ci sono colpi e leve di Kempo, Ju Jutsu e Hapkido.

Le affinità del Mugen Do Sport Karate con l'America Free Style Karate o l'attuale European Kick Boxing

Il Mu Gen Do all'inizio fu concepito come nome sull'onda dell'evoluzione WAKO, gli fu affiancato il termine Kick Boxing, ma di fatto la Kick Boxing è gia uno stile e di certo non ha bisogno di nuovi termini. Il MU GEN DO, diventato poi Mu Gen Do Sport Karate®, mantiene fede alle tecniche tradizionali ma si codifica con un metodo di pratica nel quale sono incluse quasi tutte le specialità oggi presenti nei Grand Open Championships, i più grandi tornei mondiali. La concezione Free Style Americana sulle Arti Marziali entra in gioco ancora molti anni fa, tra gli anni '60 e '70. In sintesi, noti Maestri dell'epoca credevano e pensavano che andare oltre ai concetti di Federazioni e Associazioni, che a quei tempi dettavano una rigida osservanza statuale per gli atleti e praticanti, fosse un bene per la diffusione delle Arti Marziali.

In breve, prima era vietato il confronto con altri stili in pubblico ed era proibito l'adesione ad una competizione al di fuori della Federazione di appartenenza. Forti di una nazione che per eccellenza ha saputo far convivere e condividere razze diverse, questi Maestri decisero di aprire i tornei a differenti stili, tra i quali i primi furono Karate, Kempo e Taekwon-Do.

Non di poco aiuto furono anche le poche apparizioni in questi tornei di Bruce Lee che mise quel tocco di Kung Fu dimostrativo nonchè la sua notorietà. Sulle prime l'idea era buona ma bisogna attendere qualche anno dopo per un regolamento più consono di giudizio tecnico. Difatti nei primi tornei i combattimenti venivano disputati nei ring con il coach all'interno e senza l'utilizzo di protezioni.

Da li a poco nasce la concezione di American Free Style Karate Tournament (gara aperta ai differenti stili di Arti Marziali). Le gare furono criticate duramente agli inizi, ma la forza che si era avviata, in breve tempo, fece salire le partecipazione, attirando centinaia di competitori da tutte le parti dell'America.

Agli inizi degli anni '70 nacque il Karate Full Contact e la categoria Creative Musical Forms. Si assiste cosi ad una vera e propria rivoluzione e rielaborazione del Karate.

Qualche anno dopo in Italia, i M° Bellettini e M° Falsoni, i nostri due pionieri del Karate Contact, presero atto di come stavano andando le cose oltremare e forti di impegno ed iniziativa, si sono prodigati per stare al passo. Lo stesso M° Ennio Falsoni, forte tempista di Karate con un curriculum alle spalle di tutto rispetto, usciva per primo da quello stereotipo di Karate del passato.

Da li a poco, con la Leggenda tedesca George Brukner diedero il via ad una diffusione e promozione del Contact anche in Europa. Gli inizi non furono facili neppure per loro.

Inizialmente la WAKO era l'unica organizzazione a seguire le orme dell'American Free Style, in effetti Brukner era allievo di un noto personaggio americano, Mike Anderson. Inizialmente la WAKO era cosi nominata: World All Style Karate Organization ma la convivenza con altre istituzioni non era certo come quella americana.

I due, comunque forti di grande determinazione e bravura organizzativa, "schivarono e pararono bene i colpi" e giustamente, in quanto pionieri, modificarono la dicitura Karate in Kick Boxing variando così in nome World All Style Kick Boxing Organization. Nasce cosi la kick boxing Europea sulla scia dell'American Free Style Karate. Oggi l'American Free Style e l'European Kick Boxing sono realtà che dimostrano di poter convivere e gareggiare con stili diversi.

Attualmente ci sono centinaia di Federazioni ed Organizzazioni che promuovono queste specialità. La W.O.M.A. fa fede alla serietà della pratica e delle specialità come lo è stato per i fondatori o pionieri dell'Open Championship ed European Kick Box All Style.

Programmi tecnici federali

Questi programmi sono stati realizzati non solo per il buon funzionamento organizzativo e divulgativo della W.O.M.A., ma hanno anche lo scopo di dare a tutti i suoi associati i fondamentali e le basi più accessibili del MU GEN DO TRADITIONAL KARATE e MU GEN DO SPORT KARATE. Tutti noi della commissione tecnica W.O.M.A. ci aspettiamo da questi programmi un livello tecnico e istruttivo molto elevato. Crediamo che dalla reciproca collaborazione e operato, attraverso la partecipazione attiva degli iscritti decentrati nelle arie Regioni, si possa ben presto realizzare questo obiettivo, dando reciproci vantaggi.

E' la prima organizzazione di MU GEN DO che si occupa seriamente della divulgazione di questa Arte Marziale. Grazie alla Sua collaborazione un altro passo in avanti è stato fatto, verso questo progetto.

I programmi di Cintura da Bianca a Nera 1° Dan sono strettamente confidenziali e sono riservati ai soli Insegnanti Tecnici e promotori, pertanto vanno tenuti a buon conto. L'impostazione e la struttura dei programmi ha tenuto conto dei principali fattori pari passo al grado come la metodologia di insegnamento, la tecnica e di far conoscere l'Arte Marziale MU GEN DO come attività motoria, educativa e sportiva.

La struttura del presente programma è ricca e divisibile nei seguenti aspetti del MU GEN DO:

  • concezione del MU GEN DO TRADITIONAL KARATE
  • Combat e MU GEN DO SPORT KARATE – (Kick-Boxing, vedi storia ed informazioni MU GEN DO e regolamenti)

Le spiegazioni ed il modo di esecuzione vengono mostrati amatorialmente nei video corrispondenti ad ogni grado di questo programma. Ogni posizione o tecnica viene prima mostrata tradizionalmente e a seguire la stessa nell'aspetto del MU GEN DO TRADITIONAL KARATE e MU GEN DO SPORT KARATE. Grazie al sostegno visivo, con un unico programma si dà la possibilità ad ogni Istruttore W.O.M.A. di conoscere le differenze tecniche e i modi di esecuzione, decidendo liberamente come impostare i propri corsi. Il MU GEN DO TRADITIONAL KARATE ed il MU GEN DO SPORT KARATE sono l'integrazione totale del programma esposto assieme alle molteplici combinazioni tecniche e tattiche derivanti dalle stesse. Tuttavia sarà a discrezione dell'Insegnante o promotore decidere quali aspetti rappresentare.

Siamo sicuri che qualunque sia la scelta o il modo si favorirà la crescita e sviluppo del MU GEN DO.





W.O.M.A.

Costituita innanzi al Notaio Dall'Antonia, l'anno 1999 il giorno 11 del mese di Marzo, in V. Veneto, TV.
Regolarmente iscritta all'ufficio registro di Treviso,
l'anno 1999 il giorno 02 del mese di Settembre, in Conegliano Veneto TV.
Logo e Marchio depositato presso l'ufficio brevetti di Treviso.